Robert Piguet

coppiguetLA STORIA

Il mondo di Robert Piguet è un regno d’eleganza, d’alta moda, d’elevata qualità e di stile sofisticato. Le sue fragranze raccontano affascinanti storie di luoghi e di tempi lontani, restano dei classici immortali, apprezzati per la loro provocante allure e per il carattere fortemente distintivo. Lo stilista Robert Piguet , soprannominato “il principe della moda”, nasce nel 1898 a Yverdon in Svizzera da una importante famiglia di banchieri e politici. Suo nonno Casimir crea la prima banca privata del cantone, suo padre Armand è consigliere di Stato e i suoi quattro fratelli maggiori seguono le loro orme occupandosi di politica e di finanza. Fin d’adolescente Robert manifesta un grande interesse per il disegno, i tessuti e la moda, cosa che lo fa considerare un po’ la “canard boiteux” della famiglia. All’età di diciannove anni lascia la casa paterna per recarsi a Parigi, determinato a perseguire una carriera nel mondo della moda, nonostante le forti opposizioni della famiglia.

Impara il mestiere lavorando presso due dei più prestigiosi couturiers dell’epoca : Paul Poiret e Redfern. Nello sviluppo del suo stile personale Robert Piguet combina felicemente la stravaganza e la fantasia creativa di Poiret con la proverbiale maestria nella lavorazione tipica di Redfern. Apre il suo primo atelier a Parigi in Quai Malaquais e nel 1938, al culmine della sua folgorante carriera, trasferisce la sede della sua maison al 3, Rond- Point des Champs Elysées, indirizzo prestigioso nel famoso quadrato d’oro dell’alta moda parigina. La bellissima moglie Mathilde Henriquez è una figura molto importante per il suo successo, trasformandosi all’occasione nella sua indossatrice “vedettes”, nella sua miglior decoratrice e in una perfetta addetta alle pubbliche relazioni.

La genialità di Robert Piguet si rivela non solo nel design delle sue creazioni, ma anche nella capacità d’individuare i giovani talenti della sua epoca, incoraggiandoli e facendoli lavorare nel suo atelier. Christian Dior, Hubert de Givenchy, Pierre Balmain furono tutti suoi allievi. Una volta Christian Dior disse : “Robert Piguet mi ha insegnato la virtù della semplicità, da cui deriva la vera eleganza”.

La clientela di Robert Piguet è favolosa quanto le sue creazioni e il suo percorso nel mondo della moda è decisamente folgorante. Il suo entourage comprende via via artisti, attori, scrittori, commediografi e molti dei più celebrati personaggi dell’epoca, i cui nomi echeggiano tuttora nel firmamento delle celebrità. Prima fra tutti la cantante Edith Piaf per la quale disegna il leggendario “little black dress”: l’attualissimo “tubino nero” , la scrittrice Colette, l’attrice Michelle Morgan e il cineasta e scrittore Jean Cocteau.

 

PiguetFashion8.JPGPiguetFashion9.JPGa.jpgPiguetFashion0.JPGPiguetFashion01.JPGPiguetFashion1.JPGPiguetFashion10.JPGPiguetFashion11.JPGPiguetFashion13.JPGPiguetFashion14.JPGPiguetFashion15.JPGPiguetFashion16.JPGPiguetFashion17.JPGPiguetFashion18.JPGPiguetFashion19.JPGPiguetFashion2.JPGPiguetFashion23.JPGPiguetFashion24.JPGPiguetFashion25.JPGPiguetFashion3.JPGPiguetFashion4.JPGPiguetFashion6.JPGPiguetFashion7.JPG